Waargebeurde misdaad – Italië – Nieuwe podcasts

  • Banfi Centine presenta: “La Toscana in noir”. Ogni puntata un racconto dedicato ad una provincia toscana e una ricetta tipica – da abbinare con un ottimo vino Centine. I racconti sono adattati da “Le province in giallo cotte e narrate. 10 noir con ricette del territorio toscano”di Effigi Edizioni. Legge Eleni Molos.

  • Webinar Series sulle Scienze Forensi, Il titolo dice già tutto.
    Una serie di incontri con specialisti del settore della giustizia, dove verrano dipanate tutte le tematiche che ruotano intorno al mondo della giustizia italiana e relative proposte per migliorare l'amministrazione giuridica del Paese.
    Interverranno magistrati, avvocati, biologi, investigatori e affronteremo argomenti come la prova scientifica, la piaga del processo indiziario e mediatico o la difesa dell'imputato debole.

    Un'intesa tra
    FALCO INVESTIGAZIONI
    https://www.falcoinvest.it
    BIOFORENSICS RESEARCH CENTER
    https://bioforensics.it

  • *** ULTIMI 2 EPISODI: 7 E 14 GENNAIO 2022! ***

    🎧 ASCOLTA QUESTO PODCAST IN CUFFIA 🎧

    Mi chiamo Fabrizio D’Elia e nel corso della mia vita ho avuto a che fare con tanti mostri, fantasmi e creature strane.

    "100 storie di paura" è un podcast scritto da Fabrizio D'Elia.
    Voce narrante: Matteo Carassini
    Sound design e montaggio: Fabrizio D'Elia
    Una produzione Another Music Records

    Se anche tu hai una storia di paura che vuoi raccontare, breve o lunga che sia, scrivimi su instagram, mi trovi come @fabriziod.elia.
    Non avere paura, per quanto assurda la tua storia possa essere, ti leggerò e potremo parlarne.

  • Ogni azione porta a una conseguenza e non c'è nulla che non si possa ricostruire. Che sia un efferato omicidio o una brutale aggressione, la scena di un crimine ha sempre molto da raccontare per chi sa leggere le tracce.

  • In questo podcast andremo a narrare, con documenti e audio inediti, alcuni degli aspetti sulla strage di Erba mai emersi a processo. Il nome scelto per il podcast è quello che usammo per l’omonimo libro: "Il grande abbaglio- controinchiesta sulla strage di Erba", uscito a febbraio 2008, poco dopo l’inizio del processo a Como contro Olindo Romano e Rosa Bazzi, metteva in luce cose incredibilmente mai narrate sulla vicenda. Tra esse, il fatto che il testimone e superstite della strage, Mario Frigerio, avesse a lungo riconosciuto come aggressore un uomo olivastro alto e mai visto prima; che la macchia sull’auto potesse essere arrivata per contaminazione; che non c’era alcuna traccia dei coniugi nella casa della strage e che non vi era alcuna traccia delle vittime in casa loro. Infine, evidenziavamo come le confessioni fossero in realtà ben poco aderenti alla realtà, cambiate di versione in versione e solo dopo che a Rosa erano state fatte sentire quelle del marito, che lei aveva confermato.

    Negli anni successivi abbiamo scoperto molte altre cose, scritte fino all’ultimo grado di giudizio. Ma è solo quando abbiamo potuto raccontarle a Le Iene, diversi anni più tardi, che l’opinione pubblica si è finalmente accorta che troppe cose in questa storia non tornavano.

    Per chi volesse approfondire, abbiamo pubblicato un’edizione aggiornata de Il grande abbaglio, che alle scoperte dell’epoca aggiunge taluni episodi inquietanti accaduti fino ad oggi:

    https://www.algama.it/2019/05/13/il-grande-abbaglio-controinchiesta-sulla-strage-di-erba/


    Si tratta di una lettura indispensabile per comprendere a fondo quanto racconteremo nel podcast. Altri approfondimenti sono presenti sul magazine frontedelblog.it, qui:

    https://www.frontedelblog.it/tag/strage-di-erba/

    E sul canale Youtube di frontedelblog:

    https://www.youtube.com/channel/UCppa28Ridil6ys1WLcmPQVQ

    Felice Manti
    Edoardo Montolli

  • Gente di borgata è un podcast di Marco e Giuliano Terenzi che ti porta in giro nelle storiche borgate romane.
    L’ascoltatore sarà accompagnato in una passeggiata di quindici anni attraverso le vie e i luoghi iconici delle borgate romane. Le vicende sono state rintracciate grazie all’archivio del giornale L’Unità: nessuno degli accadimenti che ascolterete nel podcast è inventato. Non mancano riferimenti alle pubblicità dell’epoca, alle botteghe, ai mercati e ai luoghi di ritrovo più frequentati, siano essi bische, trattorie o bar in cui bere un quartino di vino, giusto per rifocillarsi. Uno spaccato di vita quotidiana e un ritratto fedele della vita che la borgata romana ha vissuto negli anni.

  • Quella che vogliamo raccontare in questo podcast è una storia nata sulle rive del fiume Brenta, una storia che però ha sconvolto il Nord-Est, facendo emergere dei tratti che ancora oggi spesso vengono nascosti. Quando si parla di Mafia in Veneto si pensa sempre sia un qualcosa che non ci riguardi, le classiche poche mele marce. Purtroppo non è così, lo dimostra l'attualità ma lo rende ancora più evidente la storia recente. Questo podcast vuole raccontare la storia della Mala del Brenta, cioè la mafia autoctona veneta, la più potente, organizzata e violenta mafia del nord Italia. Vogliamo farlo non raccontando le gesta spesso romanzate di Felice Maniero, ma cercando di capire, con gli occhi di chi l'ha combattuta, come una banda di ladri di polli si sia trasformata in mafia, in un periodo in cui in Italia imperversavano terrorismo e rapimenti di persone, ed il Veneto, tra Padova, Mestre e Venezia era al centro della storia. Lo facciamo dedicando il podcast a Francesco Saverio Pavone, il magistrato grazie al quale è stato possibile unire gli eventi riconoscendo così che lungo le sponde del fiume brenta era nata un'organizzazione criminale di stampo mafioso. Io sono Antonio Massariolo del Centro di documentazione ed inchiesta sulla criminalità organizzata del Veneto e questo è "Da banditi a Mafiosi, la storia della Mala del Brenta vista dalla parte di chi l'ha combattuta", un podcast realizzato grazie al contributo del Comune di Mira

    See acast.com/privacy for privacy and opt-out information.

  • Quarant’anni di crimini e misteri dalle pagine del Messaggero, di Flaminia Savelli.
    È la storia dei casi celebri di cronaca di Roma, ma in fondo è anche un po’ la storia della Capitale e un pezzo di storia degli ultimi quasi 50 anni de Il Messaggero.

  • I criminali non vanno romanticizzati, non sono materiale da film perché quell'aspetto narrativo, per quanto emozionante e ben fatto, sarà sempre così distante dalla realtà da infastidire i diretti interessati prima o poi, soprattutto quelli che il mestiere lo fanno per soldi fino a un certo punto. Non chiamatelo Nero, non chiamatelo Samurai. Non chiamatelo proprio. Lui non ama essere al centro, anche se da una vita la cronaca ne parla ampiamente.

    Chi nasce dall'ideale, sia discutibile o meno. Chi cresce in un'Italia che non è quella di oggi ma che in pochi anni passa attraverso fatti che sono indiscutibilmente già storia del paese. Chi li vive da protagonista, che sia vero o falso, passa alla storia come l'anello mancante tra l'etica morale e il caos. Un volto, un nome che porta dietro sé la consapevolezza di aver vissuto cose che nessuno saprà mai. Terra di mezzo, Mafia capitale, Banda della Magliana, Anni di Piombo, Strage di Bologna, Nuclei Armati Rivoluzionari. L'imputato è sempre lui e alla fine viene quasi sempre assolto. In due parole: Massimo Carminati.

    Regia e voce di Filippo Ruggieri

  • State per incontrare un indagatore del mistero. Prendete posto nel suo salotto, sedetevi su una comoda poltrona accanto al camino, circondati dai vecchi e polverosi scaffali della sua immensa libreria, versatevi una tazza di tè e preparatevi ad ascoltare alcune delle storie più incredibili realmente accadute, tanto affascinanti quanto inspiegabili.

    Autori: Yuri Abietti & Elena Parretti
    Narratore: Giorgio Bonino
    Voci: Loris Bondesan, Elisabetta Cesone, Serena Facchini, Ermanno Nardi, Davide Pini Carenzi
    Musiche originali & Sound Design: MaxLevelAudio
    Responsabile di Produzione: Elena Parretti

    "I dossier del mistero" è una serie audio originale di Storylands Factory.

    Segui Storylands Factory su Facebook e Instagram
    oppure scrivici a info@storylandsfactory.it

    ©All Rights Reserved

  • Nicola Lagioia ci conduce per le strade buie della città eterna, fino ad un anonimo appartamento della periferia romana, dove il 4 marzo del 2016 viene ucciso Luca Varani, di 23 anni. Un delitto senza movente, simile ad un omicidio rituale, ad un sacrificio. È’ un’indagine sul male, sulla responsabilità, sulla colpa, sulla breve distanza che separa tutti noi da un assassino.

    Per i contenuti del podcast si consiglia l'ascolto ad un pubblico adulto

    La città dei vivi è un podcast di Nicola Lagioia prodotto da Chora Media. Scritto da Nicola Lagioia con Alessia Rafanelli. Sigla, supervisione suono e musica di Luca Micheli. Post produzione e montaggio di Michele Boreggi. La cura editoriale è di Sabrina Tinelli e il produttore esecutivo Valentina Meli.

    Sette episodi, uno a settimana.

  • Misteri irrisolti & omicidi efferati sono i temi principali di Direful Tales. Sollevate con noi il velo dell'ignoto.

  • Il 7 agosto 2019, al parco degli acquedotti di Roma, un colpo di pistola, sparato a bruciapelo, uccide un uomo su una panchina. Quell’uomo è una bandiera per gli ultras della Lazio e di tutte le curve, in Italia e anche all’estero, un simbolo, un uomo che ha portato alla ribalta il tifo estremo. Ma è anche un uomo con precedenti per droga, che è stato latitante, che è sotto indagine per narcotraffico; è un uomo con dichiarate simpatie fasciste, ma è anche un uomo generoso con gli amici, amoroso con i famigliari e sempre disponibile con tutti; un uomo contraddittorio e contrastato, specchiato e nascosto, solare e ombroso, osannato e inseguito, amato e contestato, con tanti problemi e tante soluzioni, giuste e sbagliate.

    Un uomo chiamato Diabolik è un podcast di Giovanni Bianconi scritto con Mauro Pescio e prodotto da Chora Media. La voce narrante è di Francesco Acquaroli. Il sound design, musiche originali e montaggio di Luca Micheli. La post produzione e finalizzazione sono di Guido Bertolotti. La supervisione editoriale è di Pablo Trincia. La produzione esecutiva è di Valentina Meli. Ricerche di Francesca Abruzzese. Il fonico di studio è Jacopo Lattanzio.

  • Questo podcast nasce dal bisogno di prendere una pausa, con un tè per l'appunto (o qualsiasi bevanda o snack di cui abbiate voglia), mentre ascoltate storie ed eventi realmente accaduti nell'ambito del crimine, del mistero e della cronaca nera, se anche voi amate rilassarvi così.
    Spero di riuscire a regalarvi un momento solo per voi!

    https://www.instagram.com/te_criminale/

  • Stati Uniti, 1969. Una serie di eventi storici senza precedenti cambia per sempre il corso della storia: l'elezione di Nixon, il Vietnam e la Cambogia, i moti di Stonewall, il massacro di Cielo Drive, la conquista della luna, Woodstock... Intanto, in California, un uomo lascia una scia di sangue e di terrore, sfidando media e autorità, creando il mito del serial killer e firmandosi con il simbolo dello Zodiaco...

  • Il delitto di via Poma. La ricostruzione di bugie, errori e depistaggi che dopo oltre 30 anni nascondono ancora la verità sull’omicidio di Simonetta Cesaroni.

  • Tutte le settimane, Giulia e Giorgia si raccontano a vicenda i loro casi preferiti di cronaca nera. In ogni episodio a una storia diversa vengono abbinati temi di attualità come victim blaming, xenofobia, revenge porn e tanto altro.
    Non vi resta che premere play per scoprirlo.

  • The Horror Gamebook “Il Pozzo e il Pendolo” è un’avventura interattiva a bivi. L’evoluzione della storia dipenderà dalle scelte che il lettore (o meglio l’ascoltatore) sarà chiamato a fare.
    Questo racconto, scritto originariamente da Valentino Sergi per Officina Meningi, trova qui la sua versione sonora, prodotta e distribuita da AudioGameBook.com
    Scrive lo stesso autore: “il racconto è pensato per farti vivere un’esperienza totalmente immersiva sviluppata con un sistema trasparente e intuitivo, non ci sono regole introduttive, dadi o schede personaggio, avrai bisogno solo di carta e penna per prendere nota di alcuni elementi o per risolvere più facilmente alcuni enigmi, ma non è strettamente necessario… tuffati nell’abisso e buon divertimento!
    Se sei ancora qui per avere qualche informazione in più, magari perché è la tua prima esperienza con un librogame, cercherò di facilitarti la lettura senza troppi spoiler dicendoti che hai in mano un racconto a bivi, dove la narrazione procede in base alle tue scelte; dovrai risolvere dei rompicapo e trovare degli oggetti per sbloccare alcuni percorsi, ma anche se non dovessi riuscirci, potrai procedere comunque. In questo racconto NON sei del tutto protagonista, ma questo ti sarà più chiaro quando morirai (morirete) la prima volta. In ogni caso, alla tua prima lettura sii pure crudele, non farti scrupoli, del resto non stai facendo male a nessuno. Forse.
    Un’ultima cosa, ormai che sei qui: questo libro utilizza un linguaggio inclusivo per immedesimarti come preferisci, ma in alcuni punti parleremo di avatar per riferirci alla natura concettuale del personaggio che incarni. Entrambi i termini (avatar e personaggio) sono maschili, ma vengono utilizzati con una valenza neutra, come in inglese.”
    Buon divertimento!

  • Due comici, appassionati di Crime e Serial Killer hanno deciso di parlarne seriamente... o quasi: Clara Campi e Marco Champier parlano dei casi di True Crime più sorprendenti, dei Serial Killer più efferati e di altre cose divertenti.
    Ogni domenica mattina un nuovo Podcast o, se preferite vedere, un nuovo video su YouTube, così potete cominciare la giornata di slancio e fare colazione con i baiocchi mentre ascoltate parlare di morti ammazzati.

    Patreon: https://www.patreon.com/crimeandcomedy

    Spotify: https://spoti.fi/3aNw5GE

    Apple Podcast: https://apple.co/3dZxD2g

    Amazon Music: https://amzn.to/3nxSVHb

    Google Podcast: https://bit.ly/3eznngc

    Telegram: https://t.me/crimeandcomedy

    YouTube: https://www.youtube.com/c/CrimeComedy

    Sito: https://www.crimeandcomedy.it

  • Le storie più inquietanti degli assassini di ieri ed oggi da ogni parte del mondo